Disegni


I disegni di Anjee Bertagna

 

Lentamente una mano si apre su una foglia, mostrando i segni profondi incisi sul palmo come venature vegetali.
Lentamente il volto di una donna sboccia da un vestito accartocciato intorno al suo profilo, come fosse un fiore sensibile al variare della luce.
E’ in questo stato di lentezza che Anjee Teresa Bertagna disegna e in cui ci si trova a guardare i suoi lavori.
L’impressione è che i suoi disegni crescano adagio, secondo gli stessi tempi che anche in natura provocano cambiamento a lunga distanza, quasi impercettibili ad una sola occhiata.
Sta alla luce sottolineare lo stadio in cui la crescita è giunta, ma è una rivelazione rapida, di un momento che sta per modificarsi ancora.
Il disegno ha una vita che non può interrompersi e cambia in base a un principio organico che Anjee insegue, ritornando più volte sui suoi lavori senza mai concluderli definitivamente.
La natura e l’uomo si incontrano proprio su questo terreno di crescita, per trasformarsi l’uno nell’altro in un’invenzione di figure ibride, e i disegni, che stanno al limite tra le due dimensioni, diventano un gioco surreale.
Anna Satolli

Cincopa WordPress plugin

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *